Statistiche
Visite Oggi: 99
Visite Ieri: 199
Visite nel mese: 4288
Visite totali: 395340
Stats dal: 2002-01-01
Social
Home Banca Materiali Modulo Ordini Materiali Elenco Materiali disponibili

AIPC - Elenco Materiali disponibili

La Banca Materiali di AIPC è nata diversi anni fa per aiutare i soci della nostra Associazione a reperire torba, perlite e altri materiali particolarmente preziosi nella coltivazione delle carnivore.
Attualmente i materiali a disposizione della Banca Materiali sono:

 
Come preparare i terreni

Riportiamo di seguito alcune 'ricette' per la preparazione di substrati adatti alle diverse specie carnivore:

  • Substrato Sarracenia
    80% torba
    20% perlite
    vermiculite in tracce

  • Substrato Dionaea e Drosera
    70% torba
    30% perlite

  • Substrato Darlingtonia e Cephalotus
    60% torba
    40% perlite

  • Substrato Heliamphora
    50% torba
    50% perlite

  • Substrato Nepenthes
    30% torba
    30% perlite
    40% bark

  • Substrati Pinguicula
    50% torba
    50% perlite
    vermiculite in tracce

  • Substrato Utricularia Terrestre
    60% torba
    40% perlite

  • Substrato Utricularia Epifita
    50% torba
    50% perlite
    aggiunta di bark


Sfagno essiccato a fibre lunghe

Sfagno seccoTutti i coltivatori di piante carnivore conoscono bene il valore dello sfagno - moltissime specie di carnivore in natura crescono direttamente sullo sfagno, ed in coltivazione questo materiale e' una risorsa eccezionale.

Da non confondersi con la comunissima torba acida di sfagno (che e' prodotta dalla decomposizione e invecchiamento dello sfagno nelle torbiere), lo sfagno "fresco" e' miracoloso per far radicare talee o germinare semi, per rendere il terreno piu' soffice e permettere un migliore sviluppo radicale delle nostre piante.

sfagno seccoPurtroppo ha un enorme difetto: e' molto raro.

Dopo il SuperSphag e grazie all'esperienza accumulata dai nostri soci, che come sempre hanno fornito valutazioni, consigli e suggerimenti, oggi AIPC ha deciso di voltar pagina e di proporvi direttamente quello che sta alla base del SuperSphag, ovvero le fibre di sfagno essiccate.

Questa scelta è dettata dal fatto che, a differenza del SuperSphag, lo sfagno essiccato a fibre lunghe può essere sia tritato (e quindi reso come il vecchio SuperSphag) che utilizzato così com'è per alleggerire il substrato nella coltivazione delle Utricularie e delle Nepenthes.
sfagno secco
Lo sfagno essiccato a fibre lunghe viene offerto ai soci iscritti al solo costo del rimborso spese di spedizione e materiale. 

Qui a sinistra, in sequenza dall'alto al basso, potete vedere come lo sfagno essiccato a fibre lunghe in pochi minuti assorba una considerevole quantita' d'acqua, fino a raggiungere un volume quasi doppio a quello iniziale. 

Le fibre di sfagno tritate e reidratate possono essere utilizzate anche sulla superficie dei vasi o per le semine di piante difficili o delicate; la loro spiccata funzione antifungina e la struttura altamente porosa e traspirante mantengono le plantule sane e fresche e le radici umide ed areate.
sfagno secco
Le fibre lunghe, mescolate con torba in parti uguali o con torba e perlite, migliorano sensibilmente il terreno di coltivazione. Alcuni generi pare traggano particolare beneficio dall'uso di sfagno al posto della torba (Heliamphora, Darlingtonia ecc.). Altro substrato da provare, visti i risultati che alcuni declamano, e' il mix sfagno/perlite (privo di torba), che pare fornire un'ottima aerazione ed essere particolarmente indicato per piante piu' delicate, (ad esempio Drosera regia). 


AIPC propone le fibre lunghe di sfagno essiccato esclusivamente ai soci regolarmente iscritti all'Associazione. Le confezioni sono composte da due sacchetti da 1 litro. Per ogni confezione AIPC richiede 2,00 € di rimborso (costo del materiale e delle spese per l'importazione in Italia). Lo Sfagno essiccato a fibre lughe puo' essere incluso in ogni normale ordine di materiale della Banca Materiali.


Vasi

Sono state definite alcune confezioni, ognuna composta da vasi di una singola misura.

Le confezioni disponibili sono le seguenti:

Vasi quadri neri:
6 vasi quadri, neri, dimensione: 7cm x 7cm, altezza 8cm
6 vasi quadri, neri, dimensione: 10cm x 10cm, altezza 12cm
6 vasi quadri, neri, dimensione: 14cm x 14cm, altezza 16cm


Vasi retati: per Nepenthes ed Heliamphora
6 vasi retati, neri, diametro 8cm, altezza 12cm
6 vasi retati, neri, diametro 15cm, altezza 15cm


Vasi quadri con fondo a rete per Cephalotus e drosere pigmee
6 vasi quadri con fondo a rete, neri, dimensioni: 10cm x 10cm, altezza 17cm
6 vasi quadri con fondo a rete, neri, dimensioni: 13cm x 13cm, altezza 18cm

Al costo dei vasi andra' aggiunto il costo della spedizione tramite Pacco Celere 3.

Materiali Extra

AIPC propone ai soci anche materiali non strettamente necessari alla coltivazione delle piante carnivore, ma senz'altro di grande aiuto e praticita' per i nostri soci.

Bustine per semi in pergamena
Bustine per semi in pergamena

Bustine in carta cerata (tipo pergamena), semitrasparenti, per raccogliere, conservare e inviare semi.

Il vantaggio rispetto alle bustine di carta normale e' che la pergamena e' piegata in modo piu' serrato e quindi si evita la perdita di semi piu' piccoli (es. Drosera). Rispetto alle bustine di plastica inoltre, queste, grazie alla carta cerata hanno il grande vantaggio di non caricarsi di elettricita' statica all'interno - i semi quindi sono facilmente estraibili e non restano "attaccati" alle pareti come succede appunto con quelle di plastica. Dimensioni circa 11x5cm - superficie scrivibile. 

Cartellini in plastica
Cartellini in plastica

Altra piccola ma essenziale comodita' sono i cartellini.
Certo, a vederli sono semplicissimi e presenti in ogni collezione - quando poi si cercano, pero', sono piuttosto difficili da trovare. Qui AIPC propone cartellini bianchi di circa 1x10cm di dimensione. Sono flessibili, resistenti e scrivibili a matita, penna e pennarello. 



Bustine in plastica per gemme
Bustine in plastica per gemme
Bustine in plastica, trasparenti, per raccogliere, e inviare le gemme delle drosere pigmee.

Le bustine si chiudono con zip a pressione e mantengono all'interno acqua ed umidita' necessarie per spedire le gemme delle drosere pigmee senza correre il rischio di disidratazione e senza perdere liquidi che danneggiano la busta in carta di spedizione.
Si consiglia di adagiare le gemme su un ritaglio di carta da cucina inumidita di acqua e ripiegata su se stessa prima di riporre le gemme nella bustina in plastica.
Le gemme di grosse dimensioni (ad esempio D. scorpiodes, D. stelliflora...) potrebbero essere schiacciate dalla bollatrice postale quindi si consiglia di "imbottire" le gemme con piu' strati di carta assorbente inumidita. Dimensioni circa 10x6cm - superficie scrivibile.

Gli 'extra' possono essere richiesti alla Banca materiali, anche congiuntamente a sfagno e terricci.



Ultimo aggiornamento (Giovedì 25 Febbraio 2010 15:30)