Statistiche
Visite Oggi: 99
Visite Ieri: 199
Visite nel mese: 4288
Visite totali: 395340
Stats dal: 2002-01-01
Social
Home

Drosera slackii

Famiglia: Droseraceae

Provenienza: Kleinriviersberg Mountains e Kogelberg meridionale, regione di Città del Capo, Sud Africa

Habitat: Torbiere e prati umidi



Foto: Giuseppe Agosti


Note di coltivazione

D. slackii, sudafricana non si coltiva molto diversamente dalle altre Drosere provenienti da quella zona, ad esempio D. aliciae.
E' una Drosera che ama molto l'umidità ambientale e quindi soffre molto se coltivate in zone troppo ventilate; in questi casi perde la colla molto velecamente e appare come una serie di foglie spelacchiate. Nelle stagioni intermedie ed in estate, sta fuori al sole, mentre in inverno va tenuta riparata dalle gelate, o in serra fredda o sotto una tettoia con il muro dietro. Se dovesse prendere un freddo troppo intenso può essere che perda la parte aerea, per rinascere poi dalle radici.
Consigliato un vaso piuttosto alto.
Apporto idrico: medio / alto

Note sulla semina

E' autoimpollinante. Seminare in primavera-estate sul composto descritto in precedenza spargendo i semi sulla superficie senza coprirli. Mantenerli alla luce e alla temperatura di 20° C finché non nascono.

La Drosera slackii si può moltiplicare per talea di foglia o di radice.

(testo: volontari aipc)

Ultimo aggiornamento (Giovedì 16 Marzo 2017 18:00)