Statistiche
Visite Oggi: 57
Visite Ieri: 162
Visite nel mese: 3328
Visite totali: 536940
Stats dal: 2002-01-01
Social
Home

Drosera ramellosa (Lehm.)


Famiglia: Droseraceae

Gruppo: Drosere tuberose

Provenienza: Australia sud-occidentale. Area compresa tra la località di Kalbarri a nord, Cranbrook a sud e il Monte Ragged a est.

Habitat: Terreno umido in inverno ed asciutto in estate, tipicamente sabbioso-argilloso con affioramenti granitici, spesso situato ai margini di una palude o di un corso d'acqua. 


Piccola pianta dal colore verde-giallo dorato, sembra una versione in miniatura della Drosera stolonifera subsp. stolonifera, tuttavia se ne distingue per la particolare formazione dello scapo fiorale (vedi sotto). Da una rosetta di foglie basale si ergono da 2 ai 3 steli (raramente uno soltanto) lungo i quali si ramificano in modo alterno le trappole che hanno la tipica forma a ventaglio. Lo scapo può raggiungere altezze massime di 15-20 cm in pianta adulta. Per quanto riguarda il fiore, la caratteristica di questa pianta è che i fiori (a differenza di altre drosere della sezione Stolonifera) sono sorretti da uno scapo fiorale che si erge anch'esso al centro della rosetta, con diramazioni all'estremità delle quali si sviluppano i fiori dai petali bianco-rosa. La pianta è autogama; inoltre è stato notato che le capsule dei semi tendono ad arrossarsi quando i semi cominciano a maturare al suo interno.

Si tratta di una specie di drosera tuberosa in quanto durante la stagione estiva, per sopravvivere alle elevate temperature e alla deficienza d'acqua, forma dei tuberi sotterranei in cui immagazzina le energie, come i comuni bulbi, in una sorta di dormienza. Con l'arrivo delle prime piogge autunnali, la pianta si risveglia e inizia l'attività vegetativa fino all'arrivo dell'estate successiva.

Fioritura: Da luglio a settembre

Etimologia: L'epiteto specifico ramellosa è un aggettivo diminutivo che deriva da ramus  e significa "dotato di rami corti", in riferimento alle corte trappole fogliari che produce lungo lo stelo.


Note di coltivazione:

- -

Ultimo aggiornamento (Giovedì 19 Gennaio 2012 16:22)