Statistiche
Visite Oggi: 95
Visite Ieri: 117
Visite nel mese: 2525
Visite totali: 379867
Stats dal: 2002-01-01
Social
Home

Drosera subhirtella (J.E. Planchon)


Famiglia: Droseraceae

Gruppo: Drosere tuberose

Provenienza: Australia sud-occidentale. Area compresa tra la costa e la retta immaginaria che unisce la città di Geraldton (a nord-ovest) e quella di Esperance (a sud-est) nella parte meridionale dell'Australia occidentale. 

Habitat: Terreno composto principalmente da sabbia e argilla. Molti esemplari sono stati trovati nelle vicinanze di affioramenti granitici ai margini di paludi e spiagge.


Da molti coltivatori considerata una pianta piuttosto graziosa ed elegante, si tratta di una drosera tuberosa "rampicante" (come Drosera macrantha e Drosera modesta) in quanto produce steli lunghi (possono raggiungere i 40 cm) ed esili che devono necessariamente appoggiarsi a qualcosa (in natura può trattarsi di un arbusto, di un tronco secco a terra ecc.). Da questi steli si sviluppano ai lati piccole trappole fogliari a forma di scudo, dal colore rossastro; mentre sulla sommità si genera l'infiorescenza dai numerosi fiori gialli.

Si tratta di una specie di drosera tuberosa in quanto durante la stagione estiva, per sopravvivere alle elevate temperature e alla deficienza d'acqua, forma dei tuberi sotterranei in cui immagazzina le energie, come i comuni bulbi, in una sorta di dormienza. Con l'arrivo delle prime piogge autunnali, la pianta si risveglia e inizia l'attività vegetativa fino all'arrivo dell'estate successiva.

Fioritura: Da agosto ad ottobre

Etimologia: L'epiteto specifico subhirtella deriva dal termine latino hirtus, che significa "irto di peli, setoloso" riferendosi alla modesta "pelosità" di questa pianta.


Note di coltivazione:

- - 


Ultimo aggiornamento (Giovedì 19 Gennaio 2012 16:20)